Home Blog Pagina 7

Le polpettine dell’amore…

Il potere afrodisiaco della rucola o rughetta era molto noto agli antichi. I Romani, che ne consumavano anche i semi, le attribuivano qualità magiche e la utilizzavano nei filtri amorosi, ritenendola il più potente tra gli afrodisiaci. La sua coltivazione era spesso effettuata nei terreni che ospitavano le statue falliche erette in onore di Priapo, dio della virilità.

Ovidio nella Ars Amatoria la chiamava “eruca salax” o “herba salax” cioè erba lussuriosa, sconsigliata in caso di delusioni d’amore. Columella sosteneva: “l’eruca eccita a Venere i mariti pigri”. Plinio asseriva: “si ritiene che il desiderio del coito sia stimolato anche dai cibi, come l’eruca…”. 

Discoride, medico greco, affermava che mangiata cruda in abbondanza “destava Venere”. 

Nel medioevo era proibito coltivarla nei monasteri in quanto considerata un potente eccitante. Anche durante il Rinascimento si scrisse sugli effetti afrodisiaci della rucola, e l’erborista Matthias de Lobel (XVI sec.) narrava di certi monaci che eccitati da un cordiale a base di rucola, abbandonarono il voto di castità.

Per saperne di più: http://www.taccuinistorici.it/ita/news/antica/aromi—spezie/rucola-o-ruchetta-erba-lussuriosa.html

INGREDIENTI:

  • 500 g di trito di pollo o tacchino
  • 2 uova
  • 2 cucchiaini di parmigiano
  • 1 mazzetto di rucola
  • 100 g di fesa di tacchino o prosciutto crudo
  • Cubetti di scamorza affumicata q.b.
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • pangrattato integrale q.b.
  • sale
  • pepe

PROCEDIMENTO:

Sbattete le uova con il parmigiano, sale, pepe; unite la carne macinata, 2 cucchiaio di pangrattato, la rucola spezzettata. Amalgamate bene il tutto. Tagliuzzate anche la fesa e la scamorza a dadini. Ponete al centro un cubetto di scamorza e un pezzettino di fesa e formate la polpetta aggiungete un altro po’ di impasto. Ungetevi le mani con l’olio e passate le polpette nel pangrattato. Infornate a 180° per 15/20 minuti, girandole di tanto in tanto.

Mousse di Venere…

Per chiudere in bellezza la vostra cena romantica di san Valentino, optate per una mousse di Venere…buonissima ed afrodisiaca…giusto per non dimenticarsi che dopo cena…c’è l’extra dolce!!!!

Ingredienti

– 150 g di cioccolato fondente
– un cucchiaio di rhum o caffè forte
– due tuorli tre albumi d’uovo
– panna e cannella per decorare.

Sciogliere a bagnomaria il cioccolato, togliere dal fuoco e unire i tuorli e il rhum (o il caffè) mescolando velocemente.
Lasciar raffreddare e aggiungere delicatamente gli albumi montati a neve ben ferma.
Versare in coppette individuali e mettere in frigorifero per almeno quattro ore.
Decorare a piacere con panna montata e cannella in polvere.

 

fatele presente che le avete fatto un dolce con le vostre manine e pretendete un rapporto sessuale intenso, se rifiuta…lasciatela!

Falla schizzare di gioia!

Non c’è cosa più importante della felicità. Ognuno di noi reagisce in maniera diversa davanti la felicità! C’è chi ride, chi urla,chi canta e chi piange. Poi c’è la felicità sotto le lenzuola. Legata a doppio filo con quella della vita di tutti i giorni, perché una persona non felice sotto le coperte difficilmente lo sarà fuori. Uno dei modi per capire se lei è felice, è farla schizzare di gioia! farla schizzare nel vero senso della parola. La pratica in questione ha il nome di “squirting” Vi accorgerete sicuramente che la vostra donna squirta, non c’è dubbio. E se notate del potenziale, non trascuratelo! La donna che squirta è in grado di offrire molte soddisfazioni. La classica fontana o schizzi che zimpillano sono gli esiti dell’orgasmo che genera la squirtata. Esistono poi molti sex toys in grado di stimolare e portare la donna a squirtare. Ma non è detto che ciò avvenga. Non tutte le donne infatti squirtano. Squrtare è un arte. Solitamente le donne non lo confessano e lo tengono segreto, tirando fuori la carta sorpresa quando serve! Squirt…e sai cosa bevi!

Accendi la voglia!

Spegni la TV…